Guida in 7 passaggi su come collegare un voltmetro a un alternatore

Recensito da Dottor Deepakkumar Jani

Per collegare un voltmetro a un alternatore, collegare il cavo positivo (+) del voltmetro al terminale di uscita dell'alternatore, in genere contrassegnato con "B+" o "BAT", assicurandosi che trasporti l'intera potenza dell'alternatore. Collegare il cavo negativo (-) del voltmetro a un punto di massa solido sul telaio del veicolo o sul blocco motore. Utilizzare cavi di sezione adeguata (14-16 AWG) per i collegamenti in modo da gestire la corrente senza cadute di tensione significative. Installare un fusibile (2-5 A) sul filo positivo vicino all'alternatore per proteggere il circuito. Assicurarsi che tutti i collegamenti siano sicuri e isolati per evitare cortocircuiti.

Tabella di risoluzione dei problemi per il cablaggio di un voltmetro a un alternatore

1. Verificare la presenza di fonti di rumore nelle vicinanze
2. Ispezionare l'alternatore per eventuali guasti
SintomiPassaggi per la risoluzione dei problemiSoluzione
Cablaggio errato– Voltmetro non funzionante
– Letture imprecise
1. Verificare i collegamenti dei cavi
2. Verificare la corretta messa a terra
Ricollegare correttamente Migliorare il collegamento a terra
Fusibile bruciato– Il voltmetro perde potenza1. Verificare la presenza di cortocircuiti
2. Ispezionare le condizioni del cavo
Sostituire il fusibile
Riparare o sostituire il cablaggio secondo necessità
Caduta di tensione– Letture inferiori al previsto1. Verificare che la sezione del filo sia sufficiente
2. Ispezionare eventuali collegamenti allentati
1. Verificare la presenza di fonti di rumore nelle vicinanze
2. Ispezionare l'alternatore per eventuali guasti
Interferenza elettrica– Letture fluttuanti1. Verificare la presenza di fonti di rumore nelle vicinanze
2. Ispezionare l'alternatore per eventuali guasti
Utilizzare il calibro del filo appropriato
Proteggi tutte le connessioni

Questa guida ti guiderà attraverso il processo passo dopo passo, consentendoti di collegare correttamente un voltmetro al tuo alternatore.

PREPARAZIONE

Prima di iniziare il processo di cablaggio, dovrai raccogliere i materiali richiesti:

  • Voltmetro digitale in grado di leggere 0-15+ volt CC
  • Cavi di dimensioni adeguate con terminali ad anello
  • Strumento di crimpatura del filo
  • Spellafili
  • Nastro isolante
Come collegare un voltmetro a un alternatore

Crediti immagine: Voltometro by Educazione Siyavula è concesso in licenza (CC BY 2.0)

Avrai anche bisogno di accedere al cablaggio dell'alternatore del tuo veicolo. Ciò di solito richiede la rimozione parziale delle coperture decorative del motore. Fare riferimento al manuale di assistenza di fabbrica del veicolo per la procedura corretta.

Identificazione dei terminali dei cavi corretti

Il passaggio successivo consiste nell'identificare i terminali corretti del cavo dell'alternatore a cui attingere per il cablaggio del voltmetro:

  • Terminale positivo della spazzola – Il terminale positivo della spazzola si collega alla spazzola positiva dell'alternatore. Questo terminale emette la tensione di carica fornita alla batteria e al sistema elettrico.
  • Terminale di terra – Il terminale di terra è collegato all'alloggiamento/corpo dell'alternatore e fornisce un riferimento di terra.

Polarità è fondamentale per letture precise della tensione. Il cavo positivo del voltmetro deve essere collegato al terminale positivo della spazzola, mentre il cavo negativo deve essere collegato a terra. Invertendoli si otterranno letture invertite.

Instradamento dei cavi

Quando si instrada il voltometro cavi, evitare di posizionarli vicino a pulegge, collettore di scarico o altre fonti di calore che potrebbero potenzialmente danneggiare il cablaggio. Inoltre, fare attenzione a evitare spigoli vivi che potrebbero sfregare l'isolamento del filo nel tempo.

Per un'installazione più pulita, instradare i cavi lungo i percorsi del cablaggio esistente, fissandoli adeguatamente con fascette o nastro isolante. Mantenere i percorsi il più brevi possibile per ridurre al minimo la caduta di tensione. Il cavo calibro 25 è sufficiente per la maggior parte delle installazioni.

Crimpatura del terminale ad anello

Con i fili instradati, far scorrere la guaina termorestringente su ciascuna estremità del filo. Quindi utilizzare lo strumento di crimpatura per collegare un terminale ad anello a ciascun filo. Garantire una connessione salda crimpando prima la giunzione, quindi crimpando il terminale ad anello in modo rotatorio a intervalli di 90 gradi attorno al conduttore.

Una volta piegata, far scorrere la guaina termorestringente sulla parte piegata e applicare calore per sigillare. Ciò impedisce alla corrosione di influenzare i collegamenti elettrici nel tempo.

Collegamenti elettrici del voltmetro

Ora sei pronto per collegare il voltmetro. Innanzitutto, scollegare la batteria del veicolo per evitare cortocircuiti e potenziali danni elettrici.

Collegare il terminale ad anello di conduttore positivo del voltmetro al terminale positivo della spazzola dell'alternatore e il terminale ad anello di conduttore negativo al terminale di terra. Utilizzare i bulloni terminali esistenti per fissare saldamente ciascuna connessione.

Per garantire letture precise della tensione, collegare il cavo negativo direttamente alla terra dell'alternatore anziché a un'altra fonte di terra. Collegamenti allentati possono distorcere i risultati.

Isolare i collegamenti terminali esposti utilizzando nastro isolante per evitare cortocircuiti accidentali. Questo completa l'attività chiave di cablaggio del voltmetro. Ricollegare la batteria una volta terminato.

Verifica della corretta installazione

Con la batteria ricollegata, avviare il motore e accendere il voltmetro. La tensione dovrebbe salire rapidamente fino a 13.5-14.5 volt non appena l'alternatore inizia a caricarsi.

Se la tensione risulta errata o differisce sostanzialmente dalle aspettative, ricontrollare tutti i collegamenti. Inoltre, verificare la polarità dei cavi invertiti o le connessioni dei terminali allentate che richiedono una rilavorazione.

Una volta che la tensione di carica prevista è coerente tra i regimi operativi, il voltmetro è collegato correttamente. Ora puoi monitorare con precisione le prestazioni del tuo alternatore.

Nel tempo, ricontrollare le connessioni per verificare la corrosione e la tenuta meccanica. Verificare inoltre periodicamente che le letture della tensione non si discostino sostanzialmente dalle aspettative di base. Ciò garantisce che il cablaggio rimanga in buone condizioni.