9 Esempi di bioma terrestre: spiegazioni dettagliate

I biomi terrestri comprendono un totale di quattro categorie: praterie, foreste, deserto e tundra. In queste categorie abbiamo diversi esempi ciascuna.

Esempi di biomi terrestri:

Qui spiegheremo in dettaglio gli esempi di biomi terrestri sopra menzionati:

Foresta pluviale tropicale

Le foreste pluviali tropicali, chiamate anche foreste umide tropicali, si trovano all'interno e attorno all'equatore e sono quelle più comunemente studiate tra gli esseri terrestri. esempi di biomi. Le foreste pluviali tropicali vantano un gradiente di temperatura costante compreso tra 20 e 34 gradi Celsius durante tutto l'anno. Quindi il clima generale è caldo e umido tutto l'anno.

1920px Koppen Geiger Mappa Af presente.svg
Immagine che mostra la distribuzione della foresta pluviale tropicale nel mondo
Immagine: wikipedia

Le piante che crescono in questa regione sono generalmente sempreverdi e possono diventare enormi, impedendo alla luce solare di raggiungere il suolo della foresta. La foresta pluviale tropicale più famosa è quella lungo il bacino amazzonico. Le foreste pluviali tropicali sono un rifugio per flora e fauna tra le più diverse, grazie alla loro natura preservata tutto l'anno, con temperature, umidità e precipitazioni elevate.

Foreste tropicali secche

Le foreste tropicali secche si trovano nelle regioni tropicali e subtropicali, che hanno piogge stagionali invece di quelle tutto l'anno è un altro dei esempi di biomi terrestri. Quindi molti alberi in questo bioma tendono ad essere decidui invece che sempreverdi tropicali.

Queste foreste ospitano flora e fauna specifiche, a causa dei loro mutevoli modelli meteorologici, e animali che possono mimetizzarsi in questi ambienti. Queste foreste sono sparse in India, Australia, parti dell'Africa e alcune parti dell'America e nelle isole attorno a tutte queste regioni.

Savana tropicale

Le praterie dei tropici sono chiamate savana e ricevono pochissime precipitazioni rispetto agli altri biomi tropicali. La caratteristica topografia della savana è costituita da erba che in alcune zone può crescere fino a 7 metri insieme ad alcuni alberi isolati sparsi tra loro.

Mappa del bioma 1920px 07.svg
Distribuzione della savana tropicale in tutto il mondo
Immagine: wikipedia

A volte le praterie possono diventare sterili o essere coperte da piccoli gruppi di cespugli. La savana africana è la più famosa tra queste, che sfoggia i suoi mammiferi terrestri come leoni, ghepardi, giaguari, zebre e gnu.

Trovandosi ai tropici e senza copertura di fogliame, le temperature nella savana possono superare i 50 gradi durante il giorno, ma scendere di notte. Questa regione riceve le piogge durante il monsone, determinando uno degli eventi più importanti che si verificano in questo ecosistema: la migrazione degli erbivori a migliaia in seguito alle piogge verso nuovi terreni di alimentazione.

Deserti:

L'ultimo dei biomi tropicali è il deserto tropicale. I deserti sono i più aridi tra tutti i biomi terrestri e ricevono precipitazioni una o due volte all'anno. Le temperature possono salire fino a oltre 50 gradi durante il giorno, ma scendono altrettanto velocemente dopo il tramonto, fino a un minimo di 5 gradi in alcuni luoghi.

Deserto libico Panorama di guida
Immagine del deserto libico
Immagine: wikipedia

Ricevendo solo circa 25 mm di pioggia all'anno, accompagnati dall'elevata differenza di temperatura diurna, il terreno è composto principalmente da sabbia e rocce. Anche il sottostrato terrestre non contiene un grande letto d'acqua, il che significa che flora e fauna molto specifiche possono sopravvivere in queste condizioni.

La flora e la fauna si sono adattate non solo al grande sbalzo di temperatura dell'ambiente, ma anche a come affrontare gli altri problemi tra cui la scarsità d'acqua e le tempeste di sabbia.

Foreste temperate

Le foreste temperate si trovano nelle regioni temperate del mondo e ospitano alberi di conifere e latifoglie che possono resistere ai mesi più freddi. Gli inverni freddi possono anche trasformarsi in gelate e quindi qui vive un insieme specifico di organismi.

Mentre gli alberi decidui perdono le foglie per salvarsi dalla situazione gelida, le conifere, come suggerisce il nome, sono a forma di cono con foglie cerose simili ad aghi per respingere gli strati di neve durante gli inverni. La maggior parte degli animali che vivono qui tendono ad ibernarsi per sopravvivere alla carenza di cibo nei freddi mesi invernali.

Boschi temperati e arbusti:

Il chaparral, noto anche come macchia forestale, si trova alle latitudini temperate della California, lungo il Mar Mediterraneo e lungo la costa meridionale dell'Australia. La piovosità annuale in questo bioma è in media compresa tra 65 cm e 75 cm (25.6–29.5 pollici), con la maggior parte che cade durante l'inverno.

Le estati sono estremamente secche e molte piante chaparral diventano dormienti durante questo periodo. La vegetazione del chaparral è dominata da arbusti e si è evoluta per resistere alle fiamme ricorrenti, con alcune specie che generano semi che germinano solo dopo un incendio violento. Le ceneri rimaste da un incendio sono ricche di sostanze nutritive come l’azoto, che nutrono il terreno e stimolano lo sviluppo delle piante.

Praterie temperate

Praterie temperate si trovano nell'America centrale, settentrionale e meridionale, dove sono conosciuti anche come praterie o pampa, e in Asia, dove sono conosciuti come steppe. Le praterie temperate subiscono notevoli variazioni di temperatura durante tutto l'anno, con estati calde e inverni freddi.

Mappa del bioma 1200px 08.svg
Mappa che mostra la distribuzione delle praterie temperate in tutto il mondo
Immagine: wikipedia

Le piante hanno stagioni di crescita distinte a causa del cambiamento di temperatura annuale. Le temperature sono basse per gran parte dell'inverno e l'acqua intrappolata sotto forma di ghiaccio non è disponibile per la crescita delle piante. Proprio come le praterie della savana, la popolazione faunistica più numerosa è costituita da animali al pascolo

Foreste di conifere nord-occidentali

Le foreste di conifere nord-occidentali, meglio conosciute come foreste pluviali temperate, ricevono molta pioggia a causa dell'aria mite e umida dell'Oceano Pacifico, da cui la somiglianza.

La foresta è costituita da una vasta gamma di conifere, dalle gigantesche sequoie lungo la costa settentrionale della California agli abeti rossi, agli abeti e alla cicuta più a nord. Il muschio ricopre spesso i tronchi degli alberi e il suolo della foresta. Sono abbondanti anche alberi e arbusti da fiore come il corniolo e il rododendro.

Taiga:

La foresta boreale, conosciuta anche come foresta di conifere o semplicemente Taiga, copre gran parte del Canada, dell'Alaska, della Russia e dell'Europa settentrionale a sud del circolo polare artico. Questo bioma sperimenta inverni freddi e secchi ed estati brevi, fresche e umide. La neve è la forma più comune di precipitazione annuale. A causa delle temperature gelide, c'è meno evaporazione.

Gli inverni lunghi e rigidi nella foresta boreale hanno portato alla predominanza di piante resistenti al freddo. Si tratta di alberi di conifere, come pini, abeti rossi e abeti, che mantengono le foglie aghiformi durante tutto l'anno, ovvero sono sempreverdi.

Tundra

La tundra artica è probabilmente la più severa di tutta quella terrestre biomi è l'ultimo degli esempi di biomi terrestri. Trovato insieme alle punte più alte dell'emisfero settentrionale, rimane praticamente ghiacciato tutto l'anno. Il permafrost, uno strato di sottosuolo permanentemente ghiacciato, caratterizza la tundra. Durante la breve e fresca estate, il terreno si scioglie fino a pochi millimetri di profondità e diventa fradicio e umido. In inverno il terriccio ghiaccia nuovamente.

1280px Risultati della Groenlandiadi sydkapp2 hg
Immagine che mostra la tundra della Groenlandia
Immagine: wikipedia

Uno dei motivi per cui le piante della tundra sono basse e rachitiche è dovuto a questo ciclo di scongelamento e congelamento, che strappa e schiaccia le radici delle piante. Temperature fredde, venti forti, una breve stagione di crescita e terreni carenti di humus limitano l’altezza delle piante. Quindi la pianta più comunemente trovata lì sono i licheni.

Esempi di biomi di praterie:

I biomi delle praterie includono praterie tropicali e temperate. Ciò include la savana tropicale in Africa. Qui le temperature sono più elevate essendo costituiti da un terreno naturale misto boschivo e prativo. Le praterie della savana nordamericana sono anche chiamate “Barrens”.

Le praterie temperate hanno nomi diversi in tutto il mondo. Nel Nord America vengono chiamate “praterie” mentre nel sud “pampa”. In Asia le praterie temperate vengono chiamate “steppa” e in Africa come “veld”

Le steppe/praterie di erba corta sono praterie semi-aride con erba bassa. Le praterie di erba alta sono alte praterie che si trovano in luoghi con maggiori precipitazioni. Brughiere e pascoli sono rispettivamente bassi arbusti e praterie, dove la crescita delle foreste è ostacolata dalle attività umane ma non dall'ambiente.

Esempi di biomi della foresta pluviale tropicale:

Le foreste pluviali tropicali ospitano grandi sempreverdi e una grande concentrazione di flora e fauna terrestre. Alcune delle poche foreste pluviali tropicali rimaste che sono anche terrestri esempi di biomi può essere trovato in:

  • Bacino amazzonico in Sud America
  • Il bacino del Congo in Africa
  • La foresta pluviale di Daintree in Australia
  • Le foreste pluviali del sud-est asiatico, Borneo, Malesia
  • Le foreste pluviali dello Srilanka
  • Le foreste pluviali del Madagascar.
esempi di bioma terrestre
Veduta aerea della foresta amazzonica in Sud America
Immagine: wikipedia

A causa del disboscamento intensivo, delle piantagioni e dell’inquinamento, la maggior parte di queste foreste pluviali si è ridotta alla metà o anche meno delle loro dimensioni originali. Considerate i polmoni della Terra, l’estinzione di queste foreste porterebbe anche alla caduta di milioni di organismi sia micro che macro che abitano queste foreste.

Leggi anche: